Blog Architettura e Interior Design

New Restaurants

I progetti di architettura e interior design di Paolo Frello sulla rivista “New Restaurants”

Bathrooms

I progetti di architettura e interior design di Paolo Frello sulla rivista “Bathrooms”

Arredamento

I progetti di architettura e interior design di Paolo Frello sulla rivista “Arredamento”

Abitare

I progetti di architettura e interior design di Paolo Frello sulla rivista “Abitare.

L’Arca

I progetti di architettura e interior design di Paolo Frello sulla rivista “L’Arca”.

Model designer

I progetti di architettura e interior design di Paolo Frello sulla rivista “Model designer”

Case da abitare

I progetti di architettura e interior design di Paolo Frello sulla rivista “Case da abitare”.

Cose di Casa

I progetti di architettura e interior design di Paolo Frello sulla rivista “Cose di Casa”.

Emporio Armani Underwear Fall-Winter 2018-2019 Collection

Emporio Armani ha scelto un’abitazione disegnata dal nostro studio per girare il suo ultimo spot della Underwear Fall-Winter 2018-2019 Collection. Di seguito il link in cui poter vedere il video.   Visualizza questo post su Instagram Discover the #EmporioArmani underwear Fall Winter 2018-19 Collection Un post condiviso da Emporio Armani (@emporioarmani) in data: Ott 14, 2018 at 2:18...

Lo skyline in salotto (articolo su Io Donna)

“Qui c’è tutta l’audacia di una grande personalità, quella della architetto e designer anglo-irachena. Per me è stata una vera sfida, ho assecondato l’intento di allacciare gli spazi interni con l’esterno.” – Paolo Frello   Le linee fluide e sinuose sono il fil rouge dell’intero progetto nell’appartamento al quinto piano delle residenze Zaha Hadid, dove pezzi iconici dialogano con la struttura contemporanea e gli arredi su misura. Una casa icona di una Milano in continuo movimento, con giochi di specchi, velluti, ottone e una grande cucina accogliente.    ...

Bou-tek, Flos Web site

Flos, azienda leader mondiale nel campo dei prodotti per l’illuminazione ha pubblicato nella sezione project del loro sito un nostro recente progetto per lo spazio Bou-Tek realizzato in centro a Milano Cliccando qui  si accede al servizio completo sul sito Flos....

Con le reti numeri record. E Allianz Avanza (articolo tratto da La Repubblica 15/09/2015)

“… La presenza di strutture organizzative leggere, la partecipazione dei banker ai risultati aziendali e l’offerta di prodotti basati su un principio di architettura aperta. Sono le principali ragioni dietro la crescita delle reti nel segmento private. Secondo le rilevazioni di Magstat, in un anno comunque positivo per tutto il settore nessuno è riuscito a incrementare i patrimoni in gestione come la categoria dei promotori (otto le realtà censite, per 6.762 banker impiega-ti), passata dai 78 miliardi di fine 2013 agli 111,3 miliardi di fine 2014 (+33,3 miliardi di euro). «La crescita delle reti è dovuta al concorso di ragioni macro e scelte azzeccate da parte delle società del settore», è la convinzione di Paolo Martini, direttore commerciale del gruppo Azimut. «Sul primo versante, un ruolo importante lo gioca la crescita del risparmio gestito, che si sta rivelando importante a fronte di uno scenario di mercato complicato». I dati di Assoreti confermano: anche a giugno la raccolta netta è stata positiva per gli associati superiore a 2,1 miliardi di euro con una prevalenza dei prodotti assicurativi e previdenziali. Sul secondo fronte, Martini fa riferimento all’evoluzione in atto nel mondo bancario: «Molti istituti faticano a fronteggiare l’evoluzione dei mercati a causa di strutture molto pesanti sul fronte dei costi e dotate di scarsa capacità di decidere in tempi rapidi. Le reti, al contrario, sono spesso più snelle e orientate alle necessità della clientela». Ovvero, per il manager Azimut sono in primo luogo la possibilità di disporre di un servizio completo di tutela e valorizzazione del proprio patrimonio, anche al di là dell’offerta di prodotti della casa. «Abbiamo siglato accordi con istituti...

100 diversi ma uguali (articolo su Interni Magazine)

“Gli uffici dei Senior Private Banker del Gruppo Allianz sono tutti personali, ma il progetto di Paolo Frello restituisce un’unica immagine di valore, coordinata e riconoscibile. Che la casa stia entrando sempre di più a caratterizzare con i suoi arredi,colori, materiali, “atmosfere” e vissuto, gli spazi del lavoro è fenomeno in atto da tempo. A maggior ragione in quegli uffici dove il rapporto tra le persone è fortemente impostato sulla fiducia e sulla professionalità, che deve poter essere percepita e letta anche attraverso la scelta degli arredi e le soluzioni architettoniche adottate. “Il progetto Personal Design varato lo scorso anno dal Gruppo Allianz è stato certamente un progetto unico nel suo genere e quando siamo stati scelti come progettisti ne eravamo orgogliosi ma anche un poco impauriti”. A descrivere l’intervento, anzi gli oltre cento interventi, è l’architetto Paolo Frello, con studio a Milano, incaricato da Allianz: “Ne parlo al passato non perché il progetto sia concluso, tutt’altro, ma perché dopo oltre un anno che i lavori procedono senza intoppi (abbiamo realizzato circa il 40%del progetto complessivo) possiamo affermare che ha funzionato. Il briefing era molto semplice: progettare gli uffici di tutti i Senior Private Banker del gruppo distribuiti in tutta Italia, oltre cento, ma con una differenza: ogni ufficio doveva essere personalizzato secondo le preferenza di ogni singolo Private Banker”. Nella prima fase sono state raccolte le informazioni di ogni operatore; successivamente, è stato realizzato il progetto secondo le singole esigenze e desiderata, per poi trasferirlo alla casa madre per la necessaria approvazione. Per ogni intervento l’organizzazione dei lavori, la logistica,la ristrutturazione, i montaggi e gli allestimenti non dovevano interferire sulla attività quotidiana del Private Banker. “Un normale progetto insomma– precisa il progettista -, ma se lo moltiplichiamo per cento uffici, la cosa diventa un poco più complessa”. Per gli arredi sono state selezionate aziende presenti soprattutto nell’universo domestico, come Rimadesio, Zanotta, Minotti, Flos, Artemide, Kundalini. Per l’allestimento dei diversi uffici il problema è stato...

Grazie a tutti gli ospiti!

Grazie a tutti gli ospiti, amici e clienti che hanno partecipato all’ evento Architects Party organizzato dal nostro studio in collaborazione con Towant e la rivista Elle Decor Italia....

Gironzolando per i blog di architettura e design

Girando il mondo dei blog di architettura e design web vai a scoprire decine di articoli che hanno pubblicato sui tuoi lavori in altre parti del mondo, tutti senza chiedere autorizzazione, ma quando si pubblicano foto sul web si sa,  queste diventano di tutti e a noi la cosa non turba affatto. Anche se il nostro studio non ha la velleità di lasciare un segno nella storia del progetto (l’attività di superstar del design la lasciamo ad altri che la fanno meglio di noi) la cosa fa sempre molto piacere. Qui il    link  dell’articolo di un blog francese su un nostro progetto di loft Qui il   link    di un blog americano su un appartamento in centro a...

Progetto Personal Design per Allianz Bank

Il progetto Personal Design varato lo scorso anno dal gruppo Allianz è stato certamente un progetto unico nel suo genere e quando siamo stati scelti come progettisti ne eravamo orgogliosi ma anche un poco impauriti. Ne parlo al passato non perché il progetto sia concluso, tutt’altro, ma perché dopo oltre un anno che i lavori procedono  senza intoppi possiamo affermare che ha funzionato.  Il briefing era molto semplice: progettare gli uffici di tutti i Senior Private bankers del gruppo distribuiti in tutta Italia (oltre 100) ma con una differenza: ogni ufficio doveva essere personalizzato  secondo le preferenza di ogni singolo Private Banker. Perché anche se fanno lavori analoghi e per il medesimo Gruppo, ogni Private Banker possiede una sua identità e una metodologia di lavoro che vuole e deve conservare.  Per fare ciò dovevamo raccogliere le informazioni di ogni singolo Private, conoscerli, capire il loro stile, rilevare il loro spazio e coniugarlo col loro modo di lavorare. Successivamente realizzare il progetto secondo le loro esigenze, trasferirlo alla casa madre per la approvazione, organizzare i lavori, la logistica, la ristrutturazione e i montaggi senza che questo inficiasse sulla normale attività del Private. Un normale progetto insomma se però lo moltiplichiamo per cento uffici, dal Trentino alla Sicilia la cosa diventa un poco più complessa. Per l’arredamento abbiamo selezionato aziende presenti soprattutto nell’universo residenziale come Rimadesio, Zanotta, Minotti mentre per le apparecchiature illuminanti sono state selezionate aziende leader come Flos, Artemide e Kundalini. Per l’allestimento degli uffici il problema è stato risolto con una task force appositamente creata dal nostro studio e formata da edili, elettricisti, montatori in grado di ristrutturare completamente l’ufficio nell’arco delle 24 ore in qualsiasi parte...

Bou-tek, The retail rEvolution

La sintesi progettuale di Bou-tek, il nuovo spazio disegnato da Paolo Frello per Mauden Spa sta tutto nel titolo, “Retail rEvolution”. Internet e il commercio on line hanno modificato completamente il comportamento dei consumatori. Si parla di “showrooming” ovvero la tendenza dei consumatori a utilizzare i negozi per conoscere la merce fisicamente e poi acquistarla via internet a prezzi inferiori oppure si parla di ROPO (Research on line, purchase offline) ovvero l’atteggiamento che vede il consumatore cercare il prodotto on line, analizzarlo, confrontarlo e successivamente acquistarlo nel punto vendita fisico. E’ proprio in questa fase apparentemente delineata ma decisamente confusa che si inserisce Bou-tek, uno spazio fisico e non virtuale, situato nel cuore dei Milano e con le migliori tecnologie digitali a disposizione di quelle aziende che vogliano fare conoscere i proprio prodotti ai consumatori ma hanno in internet le loro strategie di mercato. Lo spazio pertanto viene locato temporaneamente e oltre ai locali vengono offerte le tecnologie e la consulenza per fornire al consumatore esperienze coinvolgenti e immersive sui propri pro- dotti. Il volume architettonico è distribuito su due livelli per oltre 400 metri quadrati di spazio. La parte centrale dello showroom ha un grande taglio nel pavimento ed è calpestabile su un cristallo trasparente. In corrispondenza di questo taglio è stato inserito un ledwall verticale ad alta definizione che ha un’altezza di 9 metri (il più grande realizzato in Italia in uno spazio commerciale) e collega idealmente i due volumi dello showroom. In corrispondenza del grande ledwall verticale il soffitto e i pavimenti sono realizzati a specchio con l’effetto di moltiplicare all’infinito la volumetria interna. Completano il...

Apple watch, nuovo oggetto da cassetto come i google glass?

  L’altra sera mi è capitato di guardare su Apple tv la presentazione delle novità da Cupertino.  Non perché sia appassionato di telefonini ma perché sono appassionato di design. E bisogna ammettere che Apple è una delle poche che fa design nel senso vero del termine ovvero realizza oggetti in grado di modificare il comportamento delle persone. Per me il design è questo, tutto il resto è esercizio formale, o style se vogliamo usare un termine che fa figo ma fa incavolare da morire molti  che credono di fare design ma in realtà non lo è. Ma veniamo al dunque. La presentazione è partita col botto in quanto HBO è approdato su Apple tv. A guardarla così sembra un banale accordo commerciale ma il fatto che una delle più importanti reti via cavo del mondo approda nella scatoletta di Apple mi fa sempre di più pensare che la fine della televisione tradizionale sia dietro l’angolo. Poi si è passati alla presentazione dei portatili e la grande novità non è che li hanno realizzati più leggeri, potenti e con una versione Gold (probabilmente per il mercato Arabo e Moldavo)  ma hanno eliminato la porta Usb a favore di una nuova porta molto più piccola della precedente, più veloce e che funzionerà anche su tablet e telefoni. Insomma dopo floppy disk, dischetti, compact disc è il turno di dire addio alle chiavette Usb: non è cosa da poco. Ma passiamo al piatto forte della serata, Apple watch. E qui per la prima volta dopo diversi anni mi sono chiesto se avessi voglia di possedere quell’ oggetto Apple. Praticamente è una periferica che fa le stesse cose di Iphone e proprio perché è...

Boutek – Great Opening!

Ideato da Mauden e progettato da Paolo Frello & Partners, lo spazio appena aperto a Milano offre al visitatore esperienze immersive e coinvolgenti. Un nuovo concetto di shopping ma anche uno spazio eventi per design, arte, moda e nuove tecnologie.  ...

Cacao Box Almar

Scatole di Cacao per la azienda Almar, realizzate in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra. Per Almar abbiamo curato la nuova immagine grafica, il riposizionamento del brand oltre che il design delle confezioni.

Snoopy Official Diary 2013

Paolo Frello & Partners ha curato il concept e la grafica per il diairo scolastico 2013 di Snoopy. Disponibile nelle librerie di tutta Italia.